Il Babbuino Ghiotto
Cesto Natalizio fai da te: cosa metterci dentro
Beatrice & Marco

Beatrice & Marco

Noi siamo Beatrice e Marco amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo. ​

Scopri chi siamo
Curiosità - 13 Dicembre 2019

Cesto Natalizio fai da te: cosa metterci dentro

Cosa mettere e come confezionare un cesto natalizio fai da te che possa stupire la persona che lo riceverà senza scadere nel banale ed usando un tocco personalizzato? In pochi passi vi spiegheremo come fare un cesto natalizio da zero: quali categorie di prodotti dovrebbe contenere, quali personalizzazioni aggiungere per renderlo più apprezzato e sentito, ed infine vi mostreremo come esempio il cesto di Natale perfetto per noi Babbuini composto secondo i nostri gusti. 

Cesti Natalizi originali
La domanda sorge spontanea: perché impegnarsi a confezionare dei cesti di Natale fai da te quando esistono quelli già fatti?
La risposta è semplice, innanzitutto scegliendo cosa metterci dentro è possibile adattare il regalo ai gusti della persona (o delle persone) a cui il cesto di Natale verrà regalato. Se ad esempio non è una persona che ama i dolci, si potrà ridurre o omettere questa categoria e allo stesso modo se è un amante dei salumi o degli alcolici si potrà piuttosto inserirne qualcuno in più. Non solo, confezionando con le vostre mani il cesto potrete anche inserire qualche “chicca” che lo rappresenti, non deve per forza essere un regalo di pregio ma può essere un piccolo pensiero anche fatto con le vostre mani, che darà ancora più valore al vostro cesto di Natale. Se farete le cose pensando espressamente al destinatario del regalo vedrete che un regalo da sempre visto come “asettico” si trasformerà in un pensiero sicuramente apprezzato, perché fatto appunto tenendo presente i gusti e le preferenze di chi lo riceve. Infine coi cesti natalizi fai da te sarete in grado di modulare perfettamente la spesa, potete infatti predisporre un cesto estremamente ricco, ma fare bella figura anche con un piccolo pacchetto pensato ad hoc per chi lo andrà ad aprire.

Cesti Natalizi cosa mettere
Per rispondere a questa domanda ci siamo prima di tutto dedicati all’osservazione dei cesti regalo per Natale cercando di classificare in categorie quello che viene di solito messo dentro. Ecco cosa si trova di solito nei cesti natalizi.

1) Dolci
Un buon cesto natalizio fai da te non può non contenere dolci e dolcetti di ogni genere, con particolare attenzione a quelli tipici del periodo natalizio.
Qualche esempio: Torroni e torroncini, tartufi, cremini, cioccolatini vari, creme spalmabili al cioccolato ma anche al pistacchio o alla nocciola ed infine pandori, panettoni, mandorlati e tutta la schiera dei lievitati natalizi.

2) Salato
Nei cesti regalo per Natale di solito non mancano mai almeno un paio di alimenti salati anche se da quello che abbiamo potuto constatare i dolci vanno decisamente per la maggiore. In questa categoria di solito spopolano il cotechino e le lenticchie ma si possono trovare prodotti sottolio come la giardiniera e più raramente salumi.

3) Alcolici e bevande
Una bottiglia è sempre presente in ogni buon cesto di Natale che si rispetti. Si va dalle bollicine più o meno costose fino ai superalcolici, di solito grappe e più raramente amari o whisky. Se invece avete a che fare con degli astemi perché non sbizzarrirsi con bibite alternative di alta qualità? Oggi si possono trovare aziende che producono ottime bibite come chinotto, spuma, cedrata ed aranciata bio con bottiglie molto belle. Anche il caffè, soprattutto se pregiato è un ottimo prodotto da inserire in un cesto sia in grani che macinato.

Benissimo, fin qui abbiamo ripercorso quello che di solito viene messo nei cesti di Natale, ma come fare per confezionare cesti natalizi che siano davvero speciali ed abbiano un tocco personale? 
Come abbiamo già detto da un lato la chiave è scegliere fra le 3 categorie i prodotti in base agli autentici gusti del destinatario, e poi aggiungere il tocco magico, un piccolo dono personalizzato dalla categoria 4.

4) Il piccolo dono personalizzato
Non è facile individuare un pensierino extra da aggiungere al cesto per renderlo ancora più sentito e personale, ma potete ad esempio rimanere in tema cibo e mettere un vasetto di marmellata fatta da voi magari scrivendo sull’etichetta “Realizzata da…per…”, oppure potete aggiungere dei biscotti fatti in casa. Noi abbiamo messo dei peperoncini del nostro giardino essiccati, ma potreste realizzare un mix di spezie, o le vostre erbe aromatiche essiccate piuttosto che un sale aromatizzato allegando un bigliettino che ne spieghi gli abbinamenti ideali. Se invece volete e potete permettervi un oggetto più costoso, muovetevi nell’ambito dei gusti di chi riceverà il cesto e delle sue necessità. Se si tratta di una persona che ama cucinare potete mettere un grembiule personalizzato, oppure qualche oggetto per la cucina. Sempre a titolo di esempio nel nostro cesto di natale fai da te abbiamo messo un piatto dipinto dalla nostra amica artista Chiara Cerinotti con un babbuino!

Come confezionare cesti natalizi
Tenete innanzitutto presente che un cesto ricco dovrebbe contenere almeno 2-3 elementi scelti da ogni categoria (ad esclusione della 4 ovviamente), avendo in mente quanto già detto sopra ossia i gusti di chi lo riceverà.

Potete però fare un piccolo pensiero anche con solo 2 elementi ben abbinati (cioccolata e rum, un kit con sugo e pasta pregiata, giusto per citarne un paio). 

La confezione è importante per cui armatevi di tutto l’occorrente. Quest’anno magari cercate per il vostro cesto di Natale fai da te di eliminare gli imballi di plastica, è più semplice di quello che sembra. Basta procurarsi una bella scatola di cartone ed invece che la paglia finta o i trucioli di polistirolo procurarsi degli scampoli di stoffa di recupero a poco prezzo, lo stesso ovviamente potete applicarlo ai nastri scegliendo quelli di stoffa riutilizzabili. 

Avete letto tutto l’articolo ma siete ancora a corto di idee per cesti di Natale ? 
Ecco allora il nostro personalissimo cesto dei Babbuini, l’abbiamo composto seguendo tutti i consigli dati sopra. È un cesto ricco, più sbilanciato sul salato che sul dolce (non mangiamo molti dolci), non contiene il cotechino precotto che non ci piace, e ha dentro due pensierini personalizzati: i peperoncini secchi ed il piatto col babbuino. 
Eccolo nel dettaglio:

Categoria 1: Dolci

Non siamo degli amanti dei dolci quindi abbiamo messo poche cose ma decisamente buone:

  • una crema di cioccolato fondente e Rhum della Venchi
  • dei tartufini dell’Antica Torroneria Piemontese
  • un torrone friabile ricoperto di cioccolato fondente della torroneria Barbero

Ovviamente abbiamo anche messo un dolce lievitato natalizio, la nostra scelta è ricaduta sul:

  • Panettone di Muzzi Tommaso all’Amarena Fabbri perché avevamo voglia di provare qualcosa di nuovo 

Se l’argomento lievitati vi incuriosisce potete rileggere il nostro articolo dell’anno scorso sui regali gourmet trovate tre favolosi produttori veronesi.

Categoria 2: Salati

Qui ci siamo decisamente sbizzarriti! Eliminato il cotechino precotto abbiamo optato per dei salumi della tradizione italiana.

  • Innanzitutto la Ventricina abruzzese dei F.lli Bruno che è uno dei più pregiati salumi italiani fatto solo con parti nobili del maiale tagliate rigorosamente a punta di coltello e condito con spezie e peperoncino.
  • Abbiamo poi messo un salume molto particolare la salsiccia di fegato piccante stagionata marchigiana di Casa Florio, questo salume saporitissimo oltre alla carne mista di maiale contiene anche le corate accuratamente selezionate, bucce d’arancia e aglio tritato.
  • Per l’immancabile giardiniera abbiamo scelto quella di Nonno Andrea azienda Agricola biodiversa per la qualità incredibile del prodotto e anche per aiutarli visto il terribile incendio che hanno subito lo scorso novembre. Oltre alla tradizionale giardiniera hanno un catalogo di prodotti originali e deliziosi che trovate nel loro shop online
  • Abbiamo poi aggiunto del Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi dell’Azienda Bertinelli, con del ragù di Capra di Malga Faggioli e dei Pici Toscani del Pastificio Morelli. 

Questi quattro prodotti possono essere anche da soli un ottimo regalo per un mini cestino natalizio!

Categoria 3: Alcolici e bevande

Anche se siamo degli amanti delle bollicine nel nostro cesto di Natale fai da te, abbiamo voluto essere originali e abbiamo inserito:

  • una birra che ci piace moltissimo la Wayan del Birrificio Baladin
  • una Grappa Nonino riserva invecchiata 18 mesi
  • la nostra mania del momento ossia un ottimo caffè indonesiano di My Kopi O!

Categoria 4: Il piccolo dono personalizzato

In questa categoria ci siamo messi nei panni di chi dovesse ritrovarsi a farci un regalo e quindi abbiamo inserito:

  • peperoncini secchi del nostro giardino perché amiamo tantissimo il peperoncino e specialmente quello coltivato con amore
  • un piatto con un Babbuino dipinto da Chiara Cerinotti, un oggetto che ci rappresenta al 100% . Se avete occasione per le feste di acquistare prodotti fatti a mano da artisti ed artigiani locali sicuramente troverete oggetti speciali e fatti col cuore! Trovate le ceramiche di Chiara sul suo shop di etsy oppure potete seguirla su instagram @chiaracerinotti

Speriamo di avervi dato qualche dritta per confezionare un cesto di Natale originale e fatto col cuore, ricordate che la regola numero uno è mettere al centro la persona a cui lo andrete a regalare, quando si accorgerà che siete stati attenti pensando e scegliendo i prodotti sulla base delle sue preferenze di sicuro sarà felicissima!


Se la nostra guida ai cesti di Natale fai da te vi è piaciuta non perdetevi gli altri articoli sul Natale 2019!

Guida ai regali di Natale per chi ama cucinare

Menù completo e facile da realizzare per il Pranzo di Natale

Newsletter Babbuino Ghiotto