Il Babbuino Ghiotto
Una serata a Veronetta
Beatrice & Marco

Beatrice & Marco

Noi siamo Beatrice e Marco amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo. ​

Scopri chi siamo
Esci, Viaggia, Vivi Verona - 22 Gennaio 2017

Una serata a Veronetta

Oggi vi voglio raccontare di una serata nata più o meno a caso, a zonzo nella zona di Veronetta, spesso bistrattata e poco considerata dai veronesi.

Girovagando per le vie, ci siamo accorti che tutto il quartiere è ricco di un fascino antico che spesso viene trascurato a favore di parti più nuove o più cool della città!

La serata è cominciata andando a vedere una serie di installazioni artistiche in via XX Settembre in occasione della fiera Artverona. Quello che abbiamo trovato è un quartiere ricco di osterie storiche, bar dal sapore vintage e gallerie d’arte inserite nel contesto di palazzi antichi.

Abbiamo deciso perciò di raccontarvi l’esperienza vissuta in tre di questi locali affinché, se vi và, possiate passare una serata piacevole in questa Verona meno conosciuta.

Il primo dei tre locali che vi consigliamo è l’Osteria da Morandin.

Locale storico di Verona, l’osteria si presenta all’avventore come una vecchia trattoria tipica, con i tavoli di legno, ricoperti da una tovaglia quadrettata rossa e con un frizzante ambiente interno.
Le persone all’ingresso che bevono un goto di rosso e il vociare all’interno, rendono veramente autentico questo posto.
Non appena seduti, le veloci ed efficienti cameriere ci hanno portato il rustico menù, completo di tutto quello che ci si può aspettare da un’osteria tipica veronese:

  • Bigoli col Musso
  • Bigoli con le sarde
  • Pastisada de caval
  • Tartare
  • Trippe
  • Pasta e fasoi

I prezzi sono estremamente buoni, i piatti casalinghi e genuini che insieme all’ambiente amichevole fanno rivivere l’esperienza di certe ormai dimenticate trattorie del passato.
Un’esperienza autentica e assolutamente distante dalla sensazione “turistica” che spesso si avverte nelle osterie del centro storico.

Un altro locale interessante e dal sapore vintage è il caffè Pedrotti, sempre in via XX Settembre, che nulla ha a che vedere con il famoso Pedrotti di Padova.
Questo bar è stato rinnovato utilizzando tutti i suoi arredi originali ed arricchendolo con pezzi in stile a partire dagli anni ’60 in poi. Ne deriva un’atmosfera retrò che ricorda certi localini caratteristici di Bologna.
Anticipo che se state cercando un locale fighetto e alla moda, questo non è il posto per voi. L’aria che si respira al Pedrotti è infatti quella un po’ bohémienne di certi ambienti universitari, alternativi ed artistici, che a Verona faticano a prendere piede.

Se siete nel mood giusto, vi consiglierei un aperitivo qui…e magari ne scoprirete gli strani ed interessanti risvolti!

Se per caso, passate in questa zona di giorno, date un’occhiata ad una galleria d’arte, che di solito apre solo su prenotazione o in occasione di eventi particolari, dal nome Deposito A.

La location è incredibile, uno spazio di 300mq riattato all’interno di una vecchio stabile del 1500, i mobili sono tutti vintage e all’interno si vendono arredamento e opere d’arte veramente belle!

L’ultimo locale che merita un’ottima recensione, lievemente spostato verso Piazza isolo – Piazza san Tommaso è il Soda Jerk.

Questo bar, di recente apertura è una vera e propria chicca nel panorama veronese e lo si può riassumere perfettamente nella “cura per tutto” che e’ il suo motto: ricerca dei gusti più autentici e dei migliori cocktail.
Il locale ha una connotazione molto americana, sia nella cura che mettono nella miscelazione dei cocktail, veramente da manuale, sia nella ricerca dei gusti più stravaganti e fantasiosi.

Il locale inoltre vuole richiamare i bar “speakeasy”, nati negli USA ai tempi del proibizionismo e tornati in voga oggi: insegna per nulla visibile, portone di ingresso quasi nascosto e campanello da suonare per entrare. Anche il cibo e’ scelto con cura e accompagna degnamente i drinks.
L’esperienza è assicurata e l’approccio americano è molto credibile, quasi fin troppo, perché se non consumi frequentemente corri il rischio di essere cacciato dal tavolo…
Nel complesso comunque merita un voto molto alto soprattutto per la novità di questa esperienza sulla piazza veronese e per l’alta qualità dell’offerta.

In conclusione, se siete annoiati dal solito giro in centro a Verona, o se vi state godendo un weekend nella bella città scaligera…provate a tuffarvi nel mondo di Veronetta… vi assicuriamo interessanti scoperte!!!

Newsletter Babbuino Ghiotto