Il blog del Babbuino 

Chai latte alla zucca la bevanda autunnale perfetta

September 26, 2019

Partiamo con ordine quanti sanno che cosa è il chai latte alla zucca? Qui in Italia dove siamo tutti caffeinomani convinti, il tè e tutte le bevande ad esso connesse non sono molto popolari, almeno non quanto un buon espresso o un cappuccino. Ma nel resto del mondo occidentale il chai latte, bevanda a base di tè nero e latte, è considerato una bibita energizzante al pari del caffè disponibile in praticamente tutte le caffetterie, a partire proprio da Starbucks.

Le origini del chai latte, o ancora meglio della parola chai che vuol dire appunto tè in sanscrito, vanno fatte risalire a molto prima che le catene di caffè intenzionali decidessero di inserirlo nei loro menù con mille varianti creative e deliziose.

 


 

Il chai bevanda medicinale
 

 

Pare infatti che il chai compaia per la prima volta più di 5.000 anni fa, quando un re di un territorio che oggi appartiene all'India, ordinò la creazione di una bevanda speziata curativa da utilizzare nella medicina tradizionale Ayurveda. Per preparare questa bevanda vennero messe insieme diverse spezie ognuna con una proprietà particolare:

 

  • il pepe nero per stimolare la digestione;

  • i chiodi di garofano per le loro proprietà antisettiche e per alleviare il dolore;

  • il cardamomo per migliorare l'umore;

  • la cannella a supporto della circolazione e dell'apparato respiratorio,

  • l'anice stellato per rinfrescare il respiro.

Man mano che la bevanda diventava popolare e si diffondeva in tutta l'India apparivano mille varianti a seconda della regione, della disponibilità delle spezie e delle tradizioni familiari.
 


I grandi assenti: tè e latte 
In questa primissima e originale versione del “masala chai” ossia tè speziato, non erano utilizzate vere e proprie foglie di tè e non veniva nemmeno utilizzato il latte o lo zucchero che invece si diffusero solo dopo la colonizzazione degli inglesi alla fine del 1800 che cominciarono a coltivare massivamente il tè e lo diffusero come bevanda accompagnandolo con il latte.


 

 

Come è preparato oggi un Chai
Ovviamente nemmeno ai nostri giorni esiste una ricetta del chai univoca ma di solito nel chai ci sono delle categorie di ingredienti che non possono mai mancare:

  • il tè: può essere tè nero Assam o Darkeeling (originali indiani e i più utilizzati) ma anche la sudamericana Yerba Mate o i Rooibos rossi del Sud Africa. Si possono anche usare miscele completamente a base di erbe e spezie senza tracce di tè.
     

  • Parte dolce: dai dolcificanti tipici come lo zucchero bianco, quello di canna e il miele fino allo zucchero di cocco, zuccheri di canna più grezzi e sciroppi di vario genere.

     

  • Latte: l'originale chai indiano è preparato con latte di bufala ma di solito in occidente è servito con latte vaccino o latti vegetali (latte di soia, latte di mandorla, latte di avena, latte di riso, latte di cocco). In alcune ricette il tè viene preparato ristretto a parte e poi unito al latte in un secondo momento mentre in altre vengono fatte cuocere a fuoco lento le spezie e il tè in infusione in una miscela di acqua e latte.

     

  • Spezie: i “masala” usati nel chai variano a seconda del luogo, del clima e delle preferenze. I più diffusi in India sono: cardamomo, zenzero, chiodi di garofano, cannella e pepe nero, meno diffusi ma comunque spesso presenti: vaniglia, noce moscata, anice stellato e finocchio. Da quando il chai si è diffuso anche in occidente le aggiunte sono state molteplici ovviamente a seconda del gusto locale e della reperibilità.
     

Un volta capito meglio qualcosa di più sul chai originale tradizionale indiano torniamo infine alla nostra bevanda moderna rivisitata: il chai latte alla zucca o pumpkin chai latte per dirla all'americana.

Si tratta ovviamente di una variante occidentale del chai indiano con dentro oltre al tè nero, una miscela di spezie (di solito cannella, zenzero, noce moscata, chiodi di garofano), zucchero, latte e purèe di zucca, che viene servito caldo con schiuma di latte come un cappuccino (in delle varianti estremamente golose al poso della schiuma di latte si può trovare della panna montata). Nella versione del chai latte alla zucca che andremo a preparare noi utilizzeremo alcuni accorgimenti per renderlo leggermente più sano e meno calorico.

 

Ricetta chai latte alla zucca

 

Ingredienti per il chai latte:

1 bustina di tè nero o di rooibos
½ tazza di acqua

½ tazza di latte di mandorla semplice, non zuccherato o latte a scelta*.
3 cucchiai di purée di zucca vera e propria
1 cucchiaio di sciroppo d'acero o miele
¼ cucchiaino di estratto di vaniglia
una punta di cucchiaino da tè di cannella macinata,

una punta di cucchiaino da tè di zenzero in polvere (oppure 1 cucchiaino raso di zenzero fresco grattugiato),

un pizzico di noce moscata,

un pizzico di chiodi di garofano tritati

un pizzico di pepe bianco macinato
un pizzico di sale
½ cucchiaino amido di mais (opzionale, ma rende il latte super cremoso)

 

  • Mettete in un pentolino l'acqua a bollire. Appena raggiunge il bollore toglietela dal fuoco e mettete il tè in infusione per un paio di minuti. Strizzate bene la bustina ed eliminatela.

  • Trasferite il tè ristretto nel bicchiere per il frullatore a immersione o nel boccale del frullatore tradizionale e aggiungete tutti gli ingredienti fuorché l'amido di mais.

  • Frullate bene fino a far schiumare il liquido e quando sarà tutto ben amalgamato aggiungete l'amido di mais e frullate nuovamente.

  • Versate di nuovo tutto nel pentolino e riscaldate a fuoco medio. Se volete ottenere una bella schiuma continuate ad incamerare aria aiutandovi col frullatore ad immersione.

  • Servite caldo con una spolverata di cannella.

Piccolo suggerimento, per preparare velocemente il purée di zucca potete prendere una fetta di zucca, avvolgerla nella pellicola e metterla al microonde alla massima potenza per 3-5 minuti o fino a quando la polpa risulterà morbida per essere schiacciata con la forchetta.

 

Speriamo che il nostro chai latte alla zucca vi sia piaciuto, è una bevanda deliziosa, tonica e ricca di vitamine con cui scaldarsi durante i primi freddi autunnali!

Se vi incuriosiscono le ricette indiane non perdetevi questi post:

Il pane Naan

Curry di Chana dal e zucca

Ricetta per il pollo pasanda

Lassi indiano: bevanda rinfrescante

 

 

Please reload

Ti e' piaciuto l'articolo? Condividilo sui social

CHI SIAMO

Marco e Beatrice 

conosci i Babbuini

Amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo.

Per info e collaborazioni: ilbabbuinoghiotto@gmail.com

Categoria
Categoria
Leggi i post consigliati
Please reload

Partnership
La gazzetta del gusto - logo

Vuoi scrivere un

GUEST POST sul Babbuino Ghiotto?

Post recenti

November 15, 2019

Please reload

Seguici sui social
  • Facebook Babbuino Ghiotto
  • INSTAGRAM: babbuino ghiotto

Disclaimer & ©Copyright

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Tutti i diritti relativi a foto, testi, immagini e grafica presenti in questo blog, sono esclusiva proprietà di Marco Olivieri e Beatrice Perbellini. In quanto “opera dell’ingegno a carattere creativo”, questo blog è protetto dal diritto d’autore, ai sensi della legge 22/ n. 633. L’eventuale utilizzo dei contenuti dovrà essere espressamente autorizzato dagli autori e dovrà contenere il link di rimando a questo blog.