Il Babbuino Ghiotto
Marinatura carne quando farla? Consigli e ricette
Beatrice & Marco

Beatrice & Marco

Noi siamo Beatrice e Marco amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo. ​

Scopri chi siamo
Curiosità, Mangia, Speziati - 15 Agosto 2019

Marinatura carne quando farla? Consigli e ricette

Si sente spesso parlare di marinatura della carne specialmente per diverse preparazioni da fare alla griglia. In molti ci avete chiesto consigli e ricette su come marinare le carni, con poche semplici mosse questa operazione può conferire alle vostre pietanze un tocco ed un sapore eccezionali. Ecco quindi come si prepara una marinatacome agisce sulla carne e 3 semplici ricette che potete ricreare agevolmente a casa vostra. Se vi è possibile decidete sempre di prepararvela da soli e diffidate delle carni vendute già marinate, non sapendo esattamente cosa c’è dentro potreste avere spiacevoli inconvenienti in griglia.

Partiamo dalle basi e rispondiamo alle domande più frequenti.

Marinatura carne cos’è?

La marinata è una miscela di ingredienti, perlopiù liquidi, nella quale immergere la pietanza che andremo a cuocere.

A cosa serve marinare la carne?

Una marinata serve per:

  • Insaporire le pietanze

Inoltre, come effetto collaterale, una marinata serve per:

  • Ammorbidire le carni
  • Calibrare il gusto forte/aggressivo di alcune carni

Quale pietanze si possono marinare?

Possono essere marinati tutti gli alimenti, ma in genere la marinata viene utilizzata su tutte le tipologie di carni:

  • Pollo
  • Manzo
  • Maiale
  • Pesce
  • Crostacei
  • Molluschi 

Com’è composta una marinata?

La composizione di una marinata è estremamente semplice:

  • Una parte grassa che aumenta il sapore della pietanza: Olio o burro
  • Una parte acida che permette alla parte grassa di penetrare nelle fibre della pietanza: Aceto di vino o di mele, Succo di limone o arancia, Succhi di frutta, Yogurt …
  • Un emulsionante: Che aiuta la parte acida e quella grassa a stare assieme: Senape o lecitina di soia
  • Una parte aromatica (opzionale non indispensabile): Rosmarino, Timo, Origano, Curcuma, Coriandolo, Pepe, Spezie in generale… (Meglio non mettere il sale perché rischia di disidratare la pietanza).

Come si prepara una marinata?

La preparazione di una marinata è praticamente immediata: Basta avere le dosi giuste degli ingredienti e miscelarli assieme con un cucchiaio o ancor meglio un frullatore ad immersione in modo che parte grassa e acida emulsionino perfettamente.

Quali sono le dosi per una marinata?

Le dosi possono lievemente variare a seconda di quanto si vuole rendere saporita o acida la pietanza.

La regola base è:

  • 1 parte di componente acida (che può essere aumentate al massimo fino a 3 parti, equivalenti alla parte grassa)
  • 3 parti di componente grassa
  • 1/3 componente di emulsionante
  • Opzionale: Spezie (quantità a piacere a seconda di quanto volete rendere aromatica la vostra preparazione)

Quindi se prendiamo come riferimento una tazza di caffè, una marinata tipo può essere: una tazza di succo di limone (aumentabile fino al massimo fino a 3), tre tazze di olio e un cucchiaino di senape.

Durata della marinatura?

Una volta preparata, la si deve versare in un sacchetto gelo per il frigorifero o freezer ed immergervi dentro la pietanza cercando di eliminare tutta l’aria e facendo in modo che ogni parte della carne sia a contatto con il liquido.

Quanto tempo lasciare a marinare la carne?

La risposta è dipende da vari fattori:
1) Quanto vogliamo che la marinata dia gusto alla pietanza
2) Quanto è forte o delicata la pietanza: la cacciagione ad esempio ha bisogno di rimanere immersa più a lungo del pollo o del pesce.

In linea di massima per avere un riferimento:
– Pesce o Pollo: 30 minuti,  max un ora
– Manzo, Agnello o Maiale: Qualche ora
– Cacciagione: dalle 6 ore alle 24

Ovviamente queste tempistiche sono un’indicazione, quindi se siete curiosi provate cominciando con mezz’ora per capire quanto sapore viene sprigionato.

Dove lasciar marinare la pietanza?

  • Lasciar marinare la pietanza, in un sacchetto da frigo, in frigo
  • Non usare contenitori metallici come latta o alluminio

Quando cuocere la pietanza?

Appena finito il tempo di marinatura, ecco i passi da seguire:

  • Togliere la marinata in eccesso dalla pietanza con della carta da cucina
  • Buttare via il resto della marinata perché piena di batteri (se volete riutilizzarla dovete necessariamente portarla ad ebollizione)
  • Cuocere immediatamente:
    • sul bbq 
    • in forno
    • in padella

Ricette di marinate

Come avete capito, c’è possibilità di sbizzarrirsi inventandosi tutte le ricette che volete.
Ve ne riportiamo solamente tre, divise per area geografica.

  • Marinata  mediterranea
  • Marinata asiatica
  • Marinata messicana

Marinata mediterranea

Questa marinata base dai profumi mediterranei è assolutamente allineata coi i sentori e gli aromi italiani e va benissimo su ogni tipo di carne.

  • 1 spicchio di aglio di aglio schiacciato (oppure mezzo cucchiaino di aglio in polvere)
  • 1/2 tazza di olio
  • 1/2 tazza di succo di limone 
  • una punta di cucchiaino di pepe
  • 1/2 mazzetto di rosmarino tritato
  • 1/2 mazzetto di timo
  • 4-5 foglie di salvia tritate grossolanamente
  • 1 cucchiaino di senape

Emulsionare bene col frullatore ad immersione olio, succo di limone e pepe. Aggiungere gli aromi ed immergere la carne. Far marinare in frigo per il tempo necessario. 

Una volta finita la marinatura, cuocere in griglia o in padella con il giusto quantitativo di sale.

Marinata asiatica

Questa marinata è un pochino più complessa ma veramente buona per conferire un tocco asiatico a pollo o manzo, provare per credere.

  • 1/2 tazza di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 2 spicchi d’aglio tritati
  • 1 cucchiaio di salsa Worcestershire

Mescolare il tutti gli ingredienti, emulsionare con cura ed il gioco è fatto.
Immergere la carne e lasciar marinare in frigo per 1 ora.

Una volta finita la marinatura, cuocere in griglia o in padella con il giusto quantitativo di sale.

Marinata messicana

Semplice ma molto saporita. Ottima con il manzo, ma anche con il pollo.

  • 1/3 tazza di tequila
  • 1/2 di tazza di olio
  • 1/3 tazza succo di limone
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 1/2 peperoncino piccante
  • un mazzo folto di coriandolo tritato finemente
  • pepe nero

Una volta finita la marinatura, cuocere in griglia o in padella con il giusto quantitativo di sale.


Speriamo che adesso vi sia più chiaro il concetto di marinatura carne, se volete cimentarvi alla griglia ecco alcune ricette che possono esservi utili!

Fajitas di pollo marinato alla messicana

Costine al bbq

Come scegliere la bistecca perfetta

Buon appetito!
A presto

Newsletter Babbuino Ghiotto