Il Babbuino Ghiotto
Spiedo Bresciano ricetta e consigli per prepararlo a casa
Beatrice & Marco

Beatrice & Marco

Noi siamo Beatrice e Marco amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo. ​

Scopri chi siamo
Mangia - 04 Gennaio 2017

Spiedo Bresciano ricetta e consigli per prepararlo a casa

Lo spiedo bresciano è un piatto tipico della zona di Brescia e provincia, dove praticamente ogni famiglia a quanto pare possiede un grill apposito per cucinare questa deliziosa preparazione.
Oltre ad essere estremamente divertente da cucinare e da predisporre, questa specialità garantisce un grande effetto scenografico una volta portata in tavola e regala a tutti i commensali un gusto ed una consistenza eccezionali, veramente diverso da qualsiasi altra cosa mai assaggiata prima.  

Oggi vi racconteremo quindi la ricetta dello spiedo alla bresciana come lo abbiamo preparato aiutando il nostro amico Simone Bortolotti, Bresciano D.O.C., per la sera di capodanno.

Foto: Simone Bortolotti che regge lo spiedo prima della cottura

Ma partiamo con ordine:

La preparazione dello spiedo

Importantissimo innanzitutto ordinare in macelleria tutta la carne necessaria per lo spiedo bresciano:

  • Maiale: Coppa e costine tagliati a cubi;
  • Pollo: Sovracosce e petto sempre tagliate a cubi;
  • Coniglio: Noi non lo abbiamo usato ma la ricetta vuole che vi siano anche i cubi di coniglio;
  • Patate: Belle spesse (1-2 cm) rondelle di patate ;
  • Uccellini: So che per molti risulterà un po’ “strano” ma la ricetta originale vuole nello spiedo bresciano uccellini interi spiumati, ovviamente non li troverete dal macellaio e potete anche ometterli…
  • Salvia: Da inserire tra un pezzo e l’altro.

Considerando che all’incirca si mangiano 5-6 pezzi a testa di media, abbiamo preso 90 pezzi complessivi.

Una volta procurata la carne come fare lo spiedo?
La procedura prevede di preparare lo spiedo bresciano alternando i vari tipi di carne con le patate ed inserendo una foglia di salvia tra ogni pezzo.
Nel nostro caso, un ringraziamento speciale va a Simone ed a sua mamma Erminia che ci hanno preparato l’intero spiedo la sera prima di capodanno. Uno spettacolo!!

Foto: Erminia dopo aver preparato con cura la carne per lo spiedo bresciano

In aggiunta agli ingredienti sopracitati va acquistato anche del burro, all’incirca 500gr. che andrà sciolto sui nostri spiedi ed il sale grosso.

La cottura dello spiedo

La mattina del 31 Dicembre, con un clima mite di -4 gradi abbiamo cominciato a preparare il grill apposito e abbiamo acceso le resistenze.

Lo speciale grill per lo spiedo bresciano infatti, oltre ad avere 3 “lance” che ruotano, ha anche un sistema che permette di sciogliere il burro dall’alto sulla carne e raccoglierlo di nuovo in un pentolino sottostante per poterlo riutilizzare ogni 15-20 minuti.

Se non si ha il grill apposito è possibile comunque prepararlo anche su di una normale griglia a gas o a carbone, tenendo conto, però, che  il burro va sciolto sugli spiedi ed in qualche modo deve essere raccolto e riutilizzato ogni 15-20 minuti, magari attraverso l’uso di leccarde o di una piastra in acciaio.

La procedura è abbastanza semplice ed alla portata di tutti:

  1. Far partire il grill con le lance cariche di ingredienti ben inserite;
  2. Sciogliere 100gr di burro, alla volta, sulla carne ogni 15-20 minuti;
  3. Una volta finito il burro, riutilizzare il burro raccolto per le successive ore di cottura;
  4. Dopo la prima ora di cottura, salare abbondantemente fino a coprire tutta la carne con sale grosso;
  5. Dopo 3 ore, ruotare con un guanto i pezzi di carne, affinché la cottura sia omogenea;
  6. Continuare a grigliare lo spiedo per 4 ore e mezza totali (Noi abbiamo cotto per 5 ore perché la temperatura esterna era molto bassa).

Una volta passate le ore necessarie alla cottura, liberare gli spiedi e servire in tavola i pezzi ben caldi. Servite lo spiedo bresciano con polenta a fette.

Per completezza e curiosità abbiamo provato la temperatura al cuore sia del pollo che del maiale una volta cotti, ed il termometro riportava all’incirca 95-98 gradi.

Note e conclusioni

Dopo aver assaggiato questa delizia vi consiglio vivamente di provare a cucinarlo e vi assicuro che lo troverete buonissimo e particolarissimo. Grazie al burro la carne sarà infatti saporita, ricca e succosa all’interno mentre la cottura lunga farà sì che l’esterno si secchi rimanendo croccante… Insomma lo spiedo alla bresciana ci ha conquistati!

Non vi nego che qualche pezzo ce lo siamo mangiato subito perché non si poteva proprio aspettare il cenone di capodanno prima di assaggiarlo.

Infine vi riporto qualche dritta Bresciana DOC per degustarlo al meglio:

  • Il burro utilizzato per la cottura, non va buttato ma da tradizione va riutilizzato per condire la polenta che di norma accompagna lo spiedo.
  • Molti bresciani prediligono mangiare lo spiedo il giorno dopo FREDDO! So che sembra strano ma ci abbiamo provato anche noi ed è buonissimo.
  • Se non sapete regolarvi sulla tempistica di cottura, ricordatevi che la media è 4.5 – 5 ore ed in ogni caso “meglio di più che di meno”, tanto è corretto che la carne si secchi all’esterno.
  • Pulire il grill quando è ancora caldo così il burro se ne viene via facilmente.

Newsletter Babbuino Ghiotto