Il Babbuino Ghiotto
Ricette friulane tradizionali: Frico e Brût Brusât
Beatrice & Marco

Beatrice & Marco

Noi siamo Beatrice e Marco amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo. ​

Scopri chi siamo
Mangia - 18 Novembre 2020

Ricette friulane tradizionali: Frico e Brût Brusât

Scopriamo insieme due ricette friulane tradizionali. La gastronomia del Friuli Venezia Giulia, contaminata da influssi culturali diversi, sicuramente merita di essere scoperta e valorizzata magari approfittando anche degli ottimi vini che il territorio offre e delle materie prime e prodotti d’eccellenza, come il famoso prosciutto San Daniele o quello di Sauris. Questa settimana per #cucinalaregione come avrete capito siamo in Friuli Venezia Giulia accompagnati da Patrizia Sina, che ci farà scoprire come preparare il famosissimo Frico, e Cecilia Menossi che ci regala una ricetta tipica veramente interessante: il Brût Brusât.

Il Brût Brusât o meglio la minestra friulana dei cornuti

Questa minestra conosciuta con diversi nomi a seconda della zona (Brodo brustolà nel triestino, Brût Brusât nella zona di Pordenone), nasce secoli fa intorno a Trieste e si diffonde in tutta la regione raggiungendo anche Istria ed i borghi montani della Carnia. Grazie alla sua velocità di preparazione questa minestra era conosciuta anche come “brodo de becchi”, in quanto considerato il pasto perfetto quando la moglie tornava a casa in ritardo per via del suo amante e non aveva tempo per preparare la cena.

Si tratta di una crema preparata a partire da un roux color nocciola, allungato con acqua o brodo, insaporito con uova e spezie e servito con pane tostato e formaggio grattugiato. Il procedimento, che ricorda molto quello della besciamella, ha antiche ed umili origini contadine. Come tante ricette tradizionali del passato, veniva preparato con quanto era presente in dispensa: uova, farina, acqua o latte, e nelle situazioni più privilegiate brodo di pollo o manzo.

Ricetta Brût Brusât a cura di Cecilia Menossi

ricette friulane
Brût Brûsat – preparazione e foto di Cecilia Menossi

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 lt brodo di carne
  • 20 gr burro
  • 40 gr farina
  • Un pizzico di cumino
  • Sale/pepe
  • Crostini di pane
  • Ricotta carnica affumicata

Procedimento:

  1. In una pentola capiente, sciogliete il burro. Poi aggiungete la farina e mescolate a fuoco dolce con una frusta per una ventina di minuti, finché la farina non assumerà una colorazione nocciola.
  2. Aggiungete gradatamente il brodo di carne ben caldo e continuate a mescolare. Fate sobbollire per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto.
  3. Aggiungete infine un pizzico di cumino (in semi o in polvere), pepe e aggiustate di sale.
  4. Servite con crostini di pane e una grattugiata di ricotta affumicata.

Il frico nato per recuperare fino all’ultimo stissuliss

Il frico, forse la più conosciuta fra le ricette friulane, nasce in montagna, nella zona dei meravigliosi borghi montani della Carnia, con lo scopo di riutilizzare i ritagli di gli “strissuliss” avanzati dai casari nel preparare le forme. Come accade spesso nelle ricette friulane ed italiane tradizionali, non esiste un solo modo di preparare il frico, ogni casa, ogni famiglia ha la sua personale variante. Le origini sono molto antiche, abbiamo un’autorevole testimonianza scritta lasciata da Mestro Martino, cuoco di Ludovico Trevisan Patriarca d’Aquileia nel XV secolo, che scrisse la ricetta nel suo De Arte Coquinaria.

In linea di massima esistono due tipologie di Frico, quello che utilizza l’aggiunta delle patate, definito morbido e che in alcuni casi prevede anche altri ingredienti (come cipolle, pomodori o erbe), e quello invece solo a base di formaggio e olio. Se decidete di prepararlo a casa dovete assolutamente provarlo con qualche fetta di San Daniele.

Ricetta Frico Friulano fatto con le “strissulis” a cura di Patrizia Sina

ricette friulane
Frico friulano – preparazione e foto di Patrizia Sina

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di strissulis o 300 g di Montasio 60g
  • 300 d di patate
  • 2 cipolle
  • Olio extravergine di oliva
  1. Sbucciate le cipolle e affettatele finemente a rondelle, poi sbucciate anche le patate con un pelaverdure o un coltello e grattugiatele con una grattugia a fori grossi.
  2. In un tegame capiente versate 40 gr di olio e la cipolla. Fate soffriggere qualche minuto a fuoco dolce mescolando spesso con un cucchiaio di legno per evitare che la cipolla si attacchi al fondo della padella o si bruci.
  3. Dopodiché unite anche le patate grattugiate e fate cuocere per circa 10 minuti. A questo punto unite anche le strissules e fate cuocere il frico per circa 20 minuti a fuoco medio, mescolando per far sciogliere il formaggio completamente.
  4. Distribuite e compattate il frico e cuocere a fiamma alta senza mescolare.
  5. Appena formata la crosticina girarlo dall’altro lato, far abbrustolire e servire.

Ringraziamo le nostre due portavoce friulane che ci hanno dato in due piatti un piccolo assaggio di questa splendida regione.

Le foto e le ricette friulane di questo articolo sono state realizzate da:

Patrizia Sina

Conosciuta su Instagram come Lapattyfoodlover, è friulana al 100%, nata e cresciuta a Maniago in provincia di Pordenone, ora vive a Nespoledo di Lestizza in provincia di Udine. La sua passione per comunicare il cibo e le ricette è nata quasi per gioco, grazie a sua figlia Sally ed è cresciuta fino anche alla creazione del suo blog Lapattyfoodlover. Ama creare e provare cose nuove, sempre nella semplicità delle mura domestiche. Il suo attuale compagno Simone è un valido supporto in cucina.

Cecilia Menossi

Si è trasferita dal Friuli agli Emirati Arabi nel 2018 e oggi è si occupa di far scoprire la cucina italiana ad Abu Dhabi. I nostri piatti sono conosciuti e apprezzati in tutto il mondo, ma molto spesso manca la reale percezione di ciò che sono, per questo attraverso laboratori di pasta fresca e brevi corsi di cucina a domicilio Cecilia ci tiene a mostrare quanto sia facile, veloce e divertente preparare ricette italiane, buone e sane, usando pochi semplici ingredienti di qualità e un pizzico di passione. Seguitela sul suo profilo Instagram e su Facebook alla pagina Italian Cooking Made Simple – with Cecilia.

Se queste ricette ti sono piaciute non perderti tutte le altre presenti sul blog alla categoria Mangia!

Newsletter Babbuino Ghiotto