Il Babbuino Ghiotto
Tempeh dove trovarlo e come cucinarlo
Beatrice & Marco

Beatrice & Marco

Noi siamo Beatrice e Marco amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo. ​

Scopri chi siamo
Curiosità, Mangia, Speziati - 09 Agosto 2018

Tempeh dove trovarlo e come cucinarlo

tempeh dove trovarlo

Per chi non lo conoscesse il tempeh è un alimento originario dell’Indonesia che deriva dalla fermentazione dei fagioli di soia in foglie di banano, pare che fosse utilizzato come sostituto della carne già dal XII secolo. Il tempeh contiene una maggiore quantità di proteine (circa 31 grammi per tazza di prodotto) e fibre rispetto al più conosciuto tofu, inoltre la sua maggiore consistenza ed il suo vago sapore di nocciola lo rendono più appetibile per diverse ricette e preparazioni. Indicativamente 100g di tempeh contengono 193 calorie.

Che cos’è il tempeh

tempeh dovo trovarlo

Mentre il tofu è estratto dai fagioli macinati, il tempeh utilizza i fagioli per intero, pressati e fermentati in modo da formare un blocco tenuto insieme da un intreccio di filamenti detti micelia.
Come per noi il grano, il tempeh in Indonesia è un alimento economico che si può trovare veramente ovunque e che viene cucinato in modo da risultare particolarmente saporito.

Tempeh dove trovarlo?

In Italia il tempeh si può trovare in supermercati ben forniti (io lo trovo al Naturasì e ogni tanto anche all’Esselunga) ed è disponibile in diverse varianti, condito o scondito.

Una volta riusciti a trovarlo, come si cucina il tempeh?

Di solito viene ampiamente utilizzato nelle ricette vegetariane ed in effetti si presta ad essere un ottimo sostituto della carne, personalmente lo trovo molto saporito e lo preferisco di gran lunga sia al tofu che al seitan.

  • Può essere piastrato o grigliato ed usato in accompagnamento a verdure sia cotte che crude che insalate.
  • Può essere arrostito al forno o semplicemente saltato in padella.
  • Se volete renderlo ancora più sfizioso per un antipastino (o un aperitivo) o sempre per donare un elemento in più ai vostri piatti, può essere fritto in olio di semi sia con impanatura che senza.

Prepariamo il tempeh come gli indonesiani

Abbiamo deciso di darvi una ricetta per cucinare il tempeh che ci hanno insegnato a Bali quando abbiamo frequentato un corso di cucina. Se dovesse capitarvi di andare in quest’isola meravigliosa ve lo consiglio moltissimo, è un modo per conoscere meglio i piatti e la cultura locale, la scuola dove siamo stati noi si chiama Paon Bali.

Come sempre nelle ricette etniche orientali le dosi di aglio, cipolla e peperoncino sono notevoli, noi vi riportiamo le indicazioni originali dateci dalla maestra di cucina, ovviamente sentitevi liberi di ridimensionarle a vostro gusto!

Tempe me Goreng (Tempeh fritto in salsa di soia dolce)

Ingredienti per 4-6 persone:

tempeh ricetta
  • 1 pacchetto di tempeh
  • 10 peperoncini rossi piccanti
  • 5 cucchiai da tavola di salsa di soia dolce (se la trovate quella indonesiana Kecap Manis)
  • 4 scalogni
  • 8 spicchi di aglio
  • 1 cipolla piccola
  • 1/4 litro di olio di cocco per friggere
  • sale e pepe
  • 5 foglie di lime (fresche o secche se non le trovate omettetele)

Procedimento:

  1. Tagliare il tempeh in fettine sottili. 
  2. Mettere l’olio di cocco in una padella per farlo scaldare, aggiungere il tempeh e friggerlo fino a quando sarà dorato. Rimuoverlo e mettetelo da parte.
  3. Tagliare i peperoncini e rimuovere i semi, tritarli assieme all’aglio, la cipolla e lo scalogno e soffriggerli in una padella con 3 cucchiai di olio di cocco, aggiustare di sale e pepe.
  4. Aggiungere il tempeh, fritto precedentemente, nella padella col soffritto, mescolare ed aggiungere la salsa di soia dolce e (se riuscite a reperirle) 5 foglie di lime fresche o secche.
  5. Servire caldo accompagnato da insalata o verdure fresche.
  6. Buon appetito!

Se questo articolo sul tempeh dove trovarlo ti è stato utile e ti ha incuriosito la ricetta indonesiana non perdetevi anche quella del Gado Gado e del Nasi Goreng e la categoria speziati del blog!

Newsletter Babbuino Ghiotto