Il blog del Babbuino 

Piadina senza strutto: ricetta del mio amico Matteo

April 19, 2018

Dopo aver passato qualche giorno in Romagna ed aver assaporato tutte le delizie di quella zona d'Italia, mi sono letteralmente innamorato dell'uso che fanno della piadina ad ogni pasto. La piadina infatti è una compagna sempre presente sulle tavole romagnole e non viene necessariamente accompagnata solo ai salumi e ai formaggi, ma è talmente buona che viene spesso mangiata anche assieme al pesce. Una specialità di Riccione ad esempio, è la Piada con i "sardoni" che nella sua semplicità unisce dei sapori molto diversi ma nel complesso irresistibili: rucola ed insalata fresca condita con olio, aceto, sale e pepe, cipollotto crudo a fettine sottili e sarde alla griglia.

 

Dopo averne assaggiate di tutti i tipi, tornato a casa ho deciso di provare a rifarle a casa seguendo la ricetta del mio amico Riccionese Matteo. 

La ricetta di per se è molto semplice e non utilizzando lo strutto, la piada risulta molto digeribile e leggera.

L'unica cosa difficile è trattenersi...vista la leggerezza dell'impasto ne mangeresti a decine!

 

 

Ricetta:

Ingredienti

per 7/8 piadine da circa 100gr l'una

 

500g di Farina tipo 1 macinata a pietra

50g di olio extra vergine di oliva

200ml circa di acqua gasata

Un pizzico, abbondante, di sale

 

Preparazione

  • Miscelare la farina, l'olio e il sale in una casseruola. 

  • Aggiungere a filo l'acqua gasata fino a quando l'impasto sarà omogeneo (se il composto è troppo secco e non si amalgama aggiungere un altro pò di acqua gasata).

  • Spostare l'impasto su un tagliere o un piano di lavoro liscio e continuare ad amalgamare il composto.

  • Creare una palla e lasciarla riposare per 30 minuti in una ciotola coperta da un canovaccio.

  • Dividere la palla in piccole palline da 110/120g.

  • Stendere le palline con un mattarello in modo che siano fini il più possibile.

 

Cottura 

 

Al barbecue o in forno con pietra refrattaria

  • Scaldare il bbq al massimo col coperchio chiuso o predisponete il forno alla massima temperatura attendendo almeno una mezz'ora perchè la pietra sia calda abbastanza e cominci a rilasciare calore.

  • Inserire la piadina tonda e lasciarla cuocere girandola ogni tanto per 2-3 minuti per lato

 

Su di una padella antiaderente

  • Scaldare la padella a fuoco alto per qualche minuto.

  • Appoggiare la piadina tonda sulla padella e lasciarla cuocere girandola ogni 2-3 minuti per lato.

 

A questo punto siamo pronti! Si può cominciare a farcirla come più si preferisce.

La regola base è di non avere timore nell'inserire quello che più ci piace!

 

Quando le abbiamo preparate noi, infatti, le abbiamo farcite con degli straccetti di pollo marinati alla senape, salvia, olio e limone, della maionese, del sedano croccante che dava un bel tocco di freschezza e delle zucchine trifolate che avevamo in frigo.

La fine del mondo!

Un grazie a Matteo per le dritte e la ricetta.

 

Ora tocca a voi.... sbizzarritevi!

 

 

... e visto che vi ho incuriosito sulla famosa Piadina ai sardoni di Riccione, eccovi un paio di foto!

 

 

 

Please reload

Ti e' piaciuto l'articolo? Condividilo sui social

CHI SIAMO

Marco e Beatrice 

conosci i Babbuini

Amanti della buona cucina, dei viaggi e della vita. Ci trovate a Verona o in giro per il mondo.

Per info e collaborazioni: ilbabbuinoghiotto@gmail.com

Categoria
Categoria
Leggi i post consigliati
Please reload

Partnership
La gazzetta del gusto - logo

Vuoi scrivere un

GUEST POST sul Babbuino Ghiotto?

Post recenti

November 15, 2019

Please reload

Seguici sui social
  • Facebook Babbuino Ghiotto
  • INSTAGRAM: babbuino ghiotto

Disclaimer & ©Copyright

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Tutti i diritti relativi a foto, testi, immagini e grafica presenti in questo blog, sono esclusiva proprietà di Marco Olivieri e Beatrice Perbellini. In quanto “opera dell’ingegno a carattere creativo”, questo blog è protetto dal diritto d’autore, ai sensi della legge 22/ n. 633. L’eventuale utilizzo dei contenuti dovrà essere espressamente autorizzato dagli autori e dovrà contenere il link di rimando a questo blog.